Festa del Mandorlo in Fiore 2020, si rinnova la premiazione con il Tempio d’oro

La festa del mandorlo in fiore 2020 si terrà dal 28 febbraio all’8 marzo. Come ogni anno, la città di Agrigento e le zone vicine saranno interessate dalle sfilate dei gruppi folk provenienti da vari paesi del mondo, dal festival i bambini del mondo e dalle tante iniziative collaterali collegate alla kermesse, che quest’anno arriva alla sua 75° edizione.

Anche quest’anno ci sarà la Mandorlara, che vedrà protagonista la mandorla con gustosi piatti offerti nei cooking show e nei ristoranti della città dei templi. Si terrà una mostra fotografica che ripercorre la storia della festa del mandorlo in fiore fin dagli albori, si allestirà un open bar in piazza Pirandello, teatri e musei si animeranno con spettacoli e mostre, e non mancheranno i momenti più emozionanti del festival agrigentino, come la fiaccolata dell’amicizia con la sfilata di tutti i gruppi folk internazionali e locali, l’accensione del Tripode dell’amicizia davanti al tempio della Concordia e la giornata conclusiva con sfilata, spettacolo davanti ai templi e assegnazione del tempio d’oro al gruppo folk vincitore dell’edizione di questo anno del Festival Internazionale del Folklore.

Il festival del mandorlo in fiore è musica, danza, spettacolo, occasione unica per conoscere culture diverse dalla nostra, promozione dei valori di solidarietà, amicizia, fratellanza tra i popoli, ma è anche gara e competizione, sempre nello spirito festoso che caratterizza da sempre la kermesse.

La competizione nella festa del mandorlo

Nel corso degli anni, in occasione della manifestazione, sono stati premiati i gruppi con i migliori costumi, le migliori coreografie, ma anche le vetrine più belle a tema mandorlo in fiore dei negozi cittadini, la più bella della sagra con la fascia di Miss mandorlo in fiore, e sono stati consegnati premi speciali.

Senza dubbio i gruppi che arrivano da ogni parte del mondo (quest’anno giungono da ben quattro continenti) partecipano con l’obiettivo di far conoscere la loro terra attraverso costumi, strumenti musicali e danze, e di portare la loro allegria ad Agrigento, ricevendone in cambio il sole e l’accoglienza calorosa degli agrigentini. Non è difficile immaginare, comunque, che per ognuno dei gruppi sarebbe una bella soddisfazione aggiudicarsi il tempio d’oro, assegnato da una giuria internazionale al gruppo giudicato più coinvolgente e capace della performance più emozionante.

Siamo tutti curiosi di sapere chi si aggiudicherà il tempio d’oro alla festa del mandorlo in fiore 2020, a cui manca sempre meno. Nell’attesa, possiamo dare un’occhiata ai vincitori delle ultime edizioni; magari capire da quali aspetti è colpita la giuria ci aiuterà a fare un pronostico per questa edizione.

I vincitori del tempio d’oro

L’anno scorso a colpire la giuria è stato il gruppo della Bolivia, con i suoi ritmi e le sue danze Pujllay e Ayarichi, che sono state dichiarate patrimonio immateriale dall’Unesco, testimonianza ed espressione della cultura Yampara boliviana. Questi due tipi di danze si completano l’un l’altra e diventano una sola: la Pujllay è legata alla stagione delle piogge, l’Ayarichi alla stagione secca. Secondo la cultura Yampara, questo rito simbolizza un modo per entrare in contatto diretto con la natura. Particolari i costumi del gruppo, che combinano il nero con i colori pastello.

I vincitori del Festival del Folklore nel 2018 sono stati i Georgian polyphonic singing, provenienti dalla Georgia, con 634 voti e il 26,5% delle preferenze. È stato il primo gruppo a vincere anche grazie al voto della giuria popolare, che è stato introdotto proprio nella sagra del mandorlo 2018. La Georgia ha conquistato anche il premio speciale Consorzio Universitario di Agrigento.

L’anno prima, nel 2017, prima edizione organizzata dall’Ente Parco Archeologico Valle dei Templi, attraverso il tempio d’oro è stato lanciato un messaggio di pace particolarmente importante e incisivo: a guadagnarsi il premio sono stati ex aequo i gruppi di Israele e Palestina. Mentre i rappresentanti dei due paesi alzavano il premio mano nella mano, il volo delle colombe bianche ha fatto da cornice al palco allestito davanti il tempio della Concordia. I due gruppi hanno ricevuto anche il premio “Ugo Re Capriata”, da parte della sezione provinciale dell’Assostampa di Agrigento, per il valore simbolico a livello internazionale della loro presenza insieme.
Presenti come ogni anno le autorità e il sindaco di Agrigento, che ha il compito di consegnare il tempio d’oro ai rappresentanti del gruppo vincitore.

Chi saranno i vincitori del tempio d’oro festa del mandorlo in fiore 2020?

Quest’anno nuove emozioni, nuova musica, nuova suspence.
Chi sarà il vincitore del tempio d’oro della festa del mandorlo in fiore 2020? Venite ad Agrigento per scoprirlo!

Se volete saperne di più sul programma della sagra del mandorlo, sui nomi dei gruppi partecipanti e sulle iniziative collaterali organizzate, potete proseguire la lettura con questo articolo

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.